fbpx

L’estate è arrivata, e con lei anche la voglia di serate all’aria aperta da condividere con gli amici; ma se a questi amici si aggiungessero anche degli ospiti indesiderati come le Zanzare?

Prima di vedere come sbarazzarci di loro è bene conoscerle!

Le zanzare, appartenenti alla famiglia delle Culicidae, contano più di 3500 specie di cui 70 solo in Italia. Queste si nutrono principalmente di liquidi zuccherini e necessitano del sangue per completare lo sviluppo delle uova, motivo per cui a morderci sono solo gli esemplari femmina. Le uova vengono deposte in autunno, tra le 100 e le 200 uova per ogni femmina, e si schiudono in primavera, quando le temperature superano i 10°C.
La maggior parte delle specie ha bisogno dell’acqua per riprodursi, spesso infatti le larve per svilupparsi devono essere del tutto sommerse. Per tale motivo zone umide come laghi o fiumi o semplicemente il nostro giardino un po’ troppo irrigato sono sempre più spesso sinonimi di infestazioni da zanzare.

Discorso a parte è quello della più nota Zanzara Tigre, essa infatti, riconoscibile dal corpo nero a strisce bianche, è riuscita a superare le barriere ambientali deponendo le uova anche in ambienti asciutti e poco luminosi. Qui le uova riescono a superare anche inverni rigidi, in quanto molto resistenti all’essiccamento, e riprendono il loro ciclo quando le temperature e l’umidità si rialzano.

Come possiamo combattere la Zanzara?

Per combatterla si può agire o tramite interventi preventivi oppure tramite azioni combattive.

Gli interventi preventivi possono essere:

• Controllo delle larve tramite l’utilizzo di prodotti specifici;

• Non creazione di zone di accumulo di acqua che possano favorire lo sviluppo delle larve;

• Introduzione di predatori delle larve di zanzare, come ad esempio i pesci rossi, in eventuali laghetti artificiali.

Le azioni combattive entrano in gioco quando invece ci troviamo nel bel mezzo di un’infestazione. In tal caso infatti bisogna agire con un insetticida specifico, distribuendolo in maniera uniforme nelle aree infestate. Nel caso di aree sensibili, quali ad esempio scuole o orti, è consigliabile utilizzare insetticidi bio che non mettano in pericolo chi usufruisce di quelle aree.

In ogni caso è sempre bene affidarsi ad imprese specializzate come la Green Tech srl, che riescano a garantire interventi mirati ed efficaci. La Green Tech srl infatti, grazie a tecnici e operai esperti del settore, dopo un attento sopralluogo, individua le zone colpite, l’eventuale presenza di larve e progetta il proprio intervento in maniera accurata e meticolosa, così da riuscire a proporre al cliente la soluzione più giusta per tutte le sue esigenze.